Toro-Bologna 2-3. Mi fumano le ovaie (F. Perreca)

Mi farete morire.

Ci ho dormito su, perché si dice che la notte porti consiglio.
Infatti ieri ero incazzata, mentre oggi sono incazzata nera…

Ieri si doveva vincere, senza se e senza ma. Era la serata perfetta: lo stadio pieno di FILF, io ero in ovulazione, la viola e la Roma avevano perso. Insomma, i presupposti per la zampata che agguanta l’obiettivo c’erano tutti.

Il Bologna con un piede nella fossa é venuto per vincere, il suo scopo unico era prendere i 3 punti per allontanarsi dalla zona retrocessione: obiettivo raggiunto.

Una partita decisamente sottotono, studiata male, forse sottovalutata e purtroppo anche condotta male dal direttore di gara.
Il punto però non è perdere in sè, ma il come e il quando.
A me, personalmente, fumano le ovaie.

A me non frega nulla di Sinisa sulla panchina avversaria, non interessa sapere se volesse vendicarsi o meno, ma ancora una volta abbiamo perso varie occasioni: in primis quella di fare il salto di qualità, o comunque dimostrare di essere pronti per andare avanti.
Abbiamo perso anche quella di essere superiori nei confronti degli ex, perché i fischi che sono partiti dalla curva che fu la più bella d’Europa mi hanno fatto vergognare. Li ho trovati davvero pessimi.

Inoltre è ridicolo trovare giustificazioni quando non ci sono, affermare che dopo tanti risultati utili “prendere una mazzata ci sta“, e alquanto infantile pensare che “abbiamo perso, però Lyanco ha festeggiato“.

Che nervi porcammerda che mi fate venire!!!
Perché se vuoi andare a competere in Europa, sia come squadra che come tifo, la mazzata dal Bologna non la devi prendere e delle sceneggiate di quel pupazzo di Soriano te ne devi fregare.

Al momento affermo: obiettivo fallito, su tutti i fronti.

Francesca Perreca

TORNA ALLA >HOME PAGE<
LEGGI >TUTTI I MIEI ARTICOLI<
LEGGI GLI >ARTICOLI DI MARCO<

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *