Paganini non ripete, il Gallo sì (F. Perreca)

Brutti il gioco e i calci d’angolo, brutti il dribbling e il giro palla. Brutti gli schemi.
Il Toro è proprio brutto. Ma é cinico… e se la porterà a casa” dice mio nonno all’inizio del secondo tempo.
Ma inizialmente non gli credo.

Ad un tratto fa per alzarsi e mi dice: “pago io il San Simone” e… Pum! Un’incornata del Gallo su assist di Iago Falque, appena entrato in campo. Nonnino profetico

È vero: siamo brutti a vedersi ma siamo cinici e questa condizione, che prima mancava, sta diventando una pedina importante. Si vince senza un vero gioco ma contano i 3 punti che ci fanno stare lì in classifica, ad un passo dall’Europa. Quell’Europa sognata, desiderata, che sta diventando un’ossessione.

Quell’obiettivo che sta dividendo noi tifosi e, nonostante si faccia risultato, c’è chi sui social non sa capire quando é il momento di non scrivere e polemizza lo stesso… tanto per.

Sono i peggiori tifosi ma, lo ammetto, mi fanno sorridere. Perché oltre a non essere obiettivi nella visione del gioco sono petulanti. Penso a quelle volte in cui affermavo che avrei voluto che la squadra avesse il  cinismo giusto e la determinazione per provarci, oppure a quelle volte in cui scrivevo che avere obiettivi stimola giocatori e tifosi, o ancora a quando discutevo sul fatto che galleggiare in classifica non è il posto del Toro e che delle promesse non me ne facevo nulla.

Penso a quelle volte in cui mi dicevano “sei una maicuntent” e addirittura “se vuoi vincere vai a tifare quegli altri“, perché se con la mia obiettività sottolineavo il gioco brutto ero solo una “spalma merda“. E se quando si perde mi incazzo, allora non sono una vera tifosa perché soffrire fa parte dell’essere Toro, che se sto a casa non è giusto gioire ed allora è meglio che cambio canale.

Sorrido di tutto ciò e penso che essere contenta per una vittoria ripaga di tutte le volte in cui ho sperato di vincere, quando desideravo tanto che si avesse un obiettivo vero e venivo criticata. Ma ad un certo punto, oltre ad essere felice per la vittoria, penso anche machissenefrega della Coppa Uefa (la chiamerò così per sempre, non me ne vogliano i 2000), dei tifosi che additano, dei tifosi che tirano fuori statistiche, dei tifosi che fanno i conti e di quelli che contestano.

Il Toro ha vinto perché Paganini non ripete ma per fortuna il Gallo sì!

PS: ne approfitto per segnalare questo evento su segnalazione di Enrico Fornasier.
Forza Vecchio Cuore Granata!

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è frosinone_toro_perreca_2.jpg


Francesca Perreca

TORNA ALLA >HOME PAGE<
LEGGI >TUTTI I MIEI ARTICOLI<
LEGGI GLI >ARTICOLI DI MARCO<

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *